Nux Vomica

La noce vomica è un seme estratto da un frutto della grandezza di una arancia proveniente da un arbusto originario dell’Asia Subtropicale: Strychnos Nux Vomica.

La polpa di questo frutto è commestibile ed è comunemente mangiata dagli indigeni, mentre i semi sono terribilmente tossici a causa degli alcaloidi che contengono: Stricnina – Brucina

In Nux Vomica è predominante la Stricnina rispetto alla Brucina; la formula chimica di questi alcaloidi si avvicina per un certo aspetto a quella degli steroli. In base a questa analogia questi due alcaloidi manifestano una indiscutibile azione sul fegato, produttore di steroli ed in particolar modo di colesterolo, come pure sugli organi sessuali, produttori di ormoni a struttura sterolica.

Non esiste un tipo fisico specifico di Nux Vomica: può essere grasso o magro, alto o basso, giovane o vecchio. Ciononostante è molto facile riconoscerlo: sovraeccitato sul piano fisico e mentale, attivo, collerico ed impaziente, nervoso ed eccitabile, aggressivo, imbronciato, dispettoso, brontolone, ambizioso.
Nux Vomica è il giovane rampante arrampicatore sociale (Tom Cruise ne “il Socio”), il manager di successo impegnato in più affari contemporaneamente (Michael Douglas in “Wall Street”), il magistrato integerrimo che passa la vita inseguendo criminali (Alberto Sordi in “Tutti Dentro”)… o ancora, anche se si tratta di un rimedio prettamente maschile, la donna di successo impegnata anima e corpo in carriera (Meryl Streep ne “Il diavolo veste Prada”).

Sono tutti soggetti ipersensibili ed ipereccitabili, non sopportano di venire contraddetti, irascibili e biliosi, facili ad improvvise  esplosioni di collera; sono i candidati ideali all’infarto miocardico.

E’ un sorvegliante duro e severo, un aguzzino impetuoso e molto meticoloso. Sul lavoro si fa strada fra tutti gli ostacoli che incontra come un Caterpillar,  incurante dei danni collaterali a cose e a persone.

La giornata di Nux Vomica inizia molto presto perché “il mattino ha l’oro in bocca” e “chi dorme non piglia pesci”; si sveglia di pessimo umore perché ha dormito molto male. Di solito si addormenta subito dopo cena, seduto sulla sua poltrona davanti al televisore ancora col bicchiere di whisky in mano; la moglie lo lascia dormire per un paio d’ore perché “poverino…è distrutto dal lavoro”, poi lo sveglia e lo invita ad andare a letto. Brontolando si infila nel letto ma, ahimè, il sonno è irrimediabilmente perso; rimarrà sveglio tutta la notte fissando il soffitto e rimuginando nella sua mente i mille pensieri e le preoccupazioni della giornata, cercando diverse soluzioni, elaborando mille progetti; si addormenterà poco prima dell’alba, poco prima che la sveglia lo riporti nella dura realtà quotidiana.
Sveglio, incazzato e stanco, con la prospettiva di una giornata lavorativa di dodici ore non certo tranquilla. Un buon caffè nero forte lo riporta fra i vivi, seguito dall’immancabile Marlboro King size filter, la prima della giornata, la migliore.

Deve essere sempre il primo, nella vita, sul lavoro e …sulla strada!

Alle sette di mattina è al volante della sua BMW M6 V10, imprecando e bestemmiando come uno scaricatore di porto se qualche “utilitaria” gli rallenta la corsa verso l’ufficio; si domanda sempre com’è possibile che la motorizzazione civile abbia rilasciato la patente di guida ad un numero così elevato di donne; dopo il voto anche l’auto…dove andremo a finire!!!!

Vi sarà sicuramente capitato che, fermi ad un semaforo, quando il semaforo dal rosso passa al verde, dopo un millesimo di secondo qualcuno, tre o quattro macchine dietro, si mette a strombazzare perché i vostri tempi di reazione non sono immediati….quel qualcuno è un Nux Vomica.

Arriva in ufficio trenta minuti prima dei suoi dipendenti perché l’agenda della mattinata è fitta di impegni, di incontri, di decisioni difficili da prendere…se solo la segretaria fosse più efficiente… ci vuole un altro caffè e, perché no, un’altra sigaretta.
La mattinata passa fra riunioni, stress, scatti di collera, personale inefficiente, caffè e fumo. La testa gli scoppia, gli occhi arrossati, ha una fastidiosa sensazione come di  un pugno chiuso proprio dietro allo sterno; la testa sta per esplodere, è come se il cuore fosse impazzito e si fosse trasferito nella scatola cranica. Ci vuole un’aspirina.

A pranzo ingurgita velocemente ed in piedi ciò che passa il convento. Nux Vomica è sempre aggravato dopo i pasti, si sente pesante e sonnolento; un breve pisolino lo farebbe sicuramente stare meglio, ma non ha il tempo per farlo. Bruciori, eruttazioni e rigurgiti acidi si presentano regolarmente nelle prime ore del pomeriggio, associati ad una fastidiosa pesantezza in regione epigastrica ed ad una visibile ed antiestetica distensione addominale che lo costringe ad allentare la cintura dei pantaloni.
Questo lo porta all’assunzione sconsiderata di grandi quantità di antiacidi, procinetici ed inibitori di pompa, per non parlare dei superalcolici che lo aiutano nella digestione e nel superare quei momenti di stress lavorativo, ultimamente sempre più frequenti.

“Il tempo passa e noi non siamo Dei” (Battiato).

Il tempo passa anche per Nux vomica; si rende conto di non riuscire più a mantenere una vita lavorativa così stressante, così intensa; l’alcool ed il fumo non gli sono più di grande aiuto, ha bisogno di qualcosa di più forte. Fanno così capolino nel periodo di mezz’età di Nux Vomica i primi farmaci stimolanti, le anfetamine, le droghe leggere fino ad arrivare alla cocaina.
Anche sessualmente l’inesorabile declino fisico porta il nostro Nux Vomica all’uso di quantità industriali di Viagra, perché la partner debba sempre dire “come te non c’è mai stato nessuno”. La donna ideale di Nux Vomica è la donna Moschus che ha la caratteristica di svenire durante il rapporto sessuale, in modo tale che egli possa orgogliosamente affermare:”l’ho distrutta!!”

Nux Vomica è un rimedio omeopatico molto usato nell’insufficienza epatica. Trova indicazione nello stadio della lieve insufficienza, in quello di fegati affetti da forte statosi o da cirrosi, o ancora nelle epatiti sia infettive che tossiche. La sua lingua è patinata, sporca, specie nella sua parte posteriore. Da un punto di vista digestivo è particolarmente utile , associato ad Argentum Nitricum, nelle gastriti, nelle dispepsie, nelle pirosi gastriche fino alle sindromi ulcerose.
Nux Vomica è tendenzialmente costipato, ha un frequente bisogno di evacuare, ma ha sempre la sensazione di non essersi svuotato mai completamente, ha sempre l’impressione che nell’ampolla rettale rimangano delle feci: ecco un buon rimedio per la Colite Spastica.

Nux Vomica è un ottimo rimedio dei disastrosi effetti epatici dell’alcoolismo, tanto di quello mondano che di quello da osteria, del tabacco e delle droghe in genere. Nux Vomica è un rimedio di scelta nei giovani tossicodipendenti.

Da un punto di vista di tipologia in MTC, Nux Vomica ha sicuramente una costituzione di tipo Legno: struttura toracica ben sviluppata, bacino stretto, spalle larghe ed arti tendenzialmente lunghi, con fasci muscolari tonici, ben sviluppati, quasi legnosi. La struttura del viso è piuttosto rettangolare con una buona presenza dell’angolo mandibolare, indice quest’ultimo dell’aspetto temporo-caratteriale del bilioso, con tendenza a serrare le mascelle,  bruxismo e patologie dell’ATM associate a cervicocefalee muscolotensive. Il colore del viso è tipico del tipo Legno ed ha una tinta che va dal giallo al verdastro, con presenza di macchie brunastre di ipercromatosi, soprattutto nei soggetti con una cronica sofferenza delle vie biliari. La mano del soggetto Legno ha falangi nodose e disassate, come per similitudine con la struttura stessa dei rami dell’albero, le nocche delle falangi sono molto sporgenti, predisposte alla  degenerazione osteoartrosica; le dita sono lunghe ma non affusolate come nel soggetto Metallo, predisposte alle formazioni osteofitiche interfalangee distali di Heberden e prossimali di Bouchard. Le unghie sono dure, allungate e giallastre, con striature longitudinali e piccoli solchi in caso di insufficienza biliare.

Il soggetto Legno presenta un carattere dominato dalla facile irritabilità che può essere più o meno controllata, ma che sfocia spesso in un sentimento di ira.
La loggia del Legno comprende il viscere Vescica Biliare e l’organo Fegato; dal Fegato = Gan emanano gli Hun veicolati nel sangue, che sono l’aspetto più etereo ed immateriale dello psichismo Shen (SoWen cap 23). Durante la vita rappresentano il lato mentale più intuitivo, si esprimono sotto forma di spiritualità, immaginazione, intelligenza, sensibilità, conoscenza, sogno. Gli Hun  devono essere ben ancorati  nella realtà materica del sangue Xue epatico, pena la perdita del contatto col   “ suolo reale sotto le celesti nuvole”  e conseguente  disorientamento psicoemotivo in deliri, psicosi, allucinazioni e farneticazioni.
Gli Hun hanno uno slancio ad “andare e venire” molto potente. Chi ha problemi di Fegato avrà questa tendenza degli Hun a sganciarsi ed a non rientrare (alcoolisti – tossicodipendenti).
Nux Vomica presenta un quadro iniziale di “ristagno del qi di Fegato” che sfocia in una risalita di yang verso la parte superiore del corpo: irritabilità, collericità estrema che può sfociare in attacchi di follia, sensazione di distensione del petto, sospiri, cefalea, emicrania, capogiri, viso arrossato, iniezione congiuntivele, ansia, agitazione, insonnia. Se il qi di Fegato non circola in modo adeguato, non può sostenere il processo digestivo, con quadri di “disarmonia F-E, disarmonia F-Rt”: dispepsia, eruttazioni acide, epigastralgie, disturbi dell’alvo.

Leonardo Crippa